Vai ai contenuti

Menu principale:

stories (IT) > >> precedenti


Silhouettes - Aprile 2015, Dolomiti


Due anni per autoconvincermi a tornare in un'arena...troppa paura di essere... di troppo.
Piazzato il capanno  in simbiosi con un pino mugo alle 19 del giorno prima, ponendo la massima attenzione al rispetto delle distanze minime ed al mimetismo; dormito dentro il capanno; alle  4 siamo già con le orecchie in allerta; alle 5.05, in leggero ritardo, arrivano, 12 maschi e 3 femmine ....c'è già un po' di luce ma non scattiamo per aspettare che i galli si "ambientino"....alle ore 5.08 sobbalziamo...un gran fragore di ali, l'arena che si svuota completamente (tranne un gallo temerario che rimane)...non capiamo, mi rendo conto che avevamo perfino smesso di respirare pur di non fare alcun rumore....poi due silhouettes si stagliano inconfondibili davanti a noi...tuta bianca integrale e gattonata agile il primo, passo felpato più goffo il secondo, macchinetta compatta o smartphone in mano entrambi...puntano decisi verso l'ultimo gallo che a quel punto realizza..e se ne va.. ore 5.13: i 2 eroi resistono ben 5 minuti, poi si alzano e zaino in spalle tornano ridendo verso il sentiero, evidentemente soddisfatti della loro performance..
Ore: 8.12; il gallo temerario e un giovane tornano all'arena, gonfiano le piume, soffiano...Ore 8.14; i 2 galli realizzano che uno degli importantissimi primi giorni in arena è andato, nessuna femmina ad ammirare i loro virtuosismi, nessun altro gallo a sfidarli, nessuna occasione di riprodursi....si sgonfiano, iniziano a becchettare come piccioni alla stazione, per poi andarsene...
bah..

Copyright © 2010-2017 Bruno Boz
Torna ai contenuti | Torna al menu