Vai ai contenuti

Menu principale:

stories (IT) > >> precedenti

L’incontro che non dimenticherò - Agosto 2009, Dolomiti Bellunesi

Ben 21 scatti per riuscire a realizzarne solo 2 di “buoni” (il diciannovesimo ed il ventesimo), nonostante la Civetta Capogrosso (Aegolius funereus) fosse lì vicina, comoda ed immobile ad osservarmi sul ramo di un pino mugo a pochi metri dallo strapiombo. Nei primi 18 scatti tutti gli errori tecnici che un fotografo può fare (inserimento dell’autoscatto incluso!): tanta e tale l’emozione e la concitazione per un incontro totalmente inatteso, per l’ora (metà pomeriggio), per il luogo (la remota e selvaggia Val Scura, in cui non avevo notizie di segnalazioni di Civetta Capogrosso) e soprattutto per l’habitat (anziché qualche fitta foresta, mi trovavo a 1.800 metri, fra pareti rocciose, massi, ghiaioni e qualche pino mugo). Una cosa è certa: quegli occhi gialli, stupiti almeno quanto i miei, non li dimenticherò.

Copyright © 2010-2017 Bruno Boz
Torna ai contenuti | Torna al menu